Home Rinnovamento nello Spirito Santo

Rinnovamento nello Spirito Santo

 

Il Gruppo del Rinnovamento nello Spirito “Piccolo Gregge”

ogni martedì feriale dalle 20.30 alle 22.30

in cappellina

(entrata laterale da via Medici 61, di fronte all’ingresso della Scuola Materna parrocchiale)

Il Rinnovamento nello Spirito.

Il Rinnovamento nello Spirito si considera nato nel 1967 dall’esperienza straordinaria fatta da alcuni studenti dell’università cattolica di Pittsburgh (Pennsylvania – USA) con i loro professori durante un ritiro spirituale. Lo  Spirito Santo, fortemente invocato, è sceso su quel piccolo gruppo come una nuova pentecoste, con segni e prodigi… per cui il vero fondatore del “Movimento” è lo Spirito Santo stesso.

Questa corrente di spiritualità  come l’ha definita fin dai suoi inizi il Card. Suenens, è arrivata in Italia agli inizi degli anni ‘70. Il primo gruppo di Torino è nato nel 1974.

Ciò che caratterizza il Rinnovamento è dunque un’esperienza di Dio molto forte, capace di coinvolgere tutto l’essere: intelligenza, emozioni, sentimenti… Nel Rinnovamento potrai incontrare profondamente Gesù come fratello, come amico, come medico, come medicina, come antidoto alla profonda crisi spirituale che ha travolto tutto e tutti in questi ultimi tempi… Insomma è un ritorno al cenacolo: (come gli apostoli dopo la risurrezione), o al roveto ardente (come Mosè), o a un luogo dove Dio manifesta in modo forte la sua vicinanza, il suo amore, il suo perdono…, dove Dio parla, converte, esorta, consola, ti accompagna in un cammino accanto a fratelli e sorelle che sono come te in ricerca ed in attesa…

Partecipare agli incontri di preghiera del Rinnovamento nello Spirito significa:

1.Mettere Gesù al centro di ogni cosa proclamandolo Signore e Salvatore;
2. Dare a ciascuno il tempo di entrare in clima di preghiera, aiutati da canti di lode e di adorazione .
3. Scoprire o riscoprire la lode come strumento che ci introduce nel cuore della preghiera, dove la lode ha il potere di sciogliere anche il cuore più ferito e chiuso.
4. In questo clima cresce l’attesa per lo Spirito Santo: il divino che scende su ciascuno di noi. Lo Spirito santo ci cura, ci protegge, ci istruisce, ci converte; tutto questo è possibile attraverso la Parola, che viene ascoltata, sminuzzata e meditata finche diventa parte di te.
5. Non può mancare l’intercessione per i fratelli del gruppo che al momento sono più in difficoltà o per chiunque sia nel nostro cuore, sino ad abbracciare il mondo intero…

 

“Prima pregavo, sì, andavo a Messa, sì, ma quasi ‘per dovere’ … La mia preghiera era una semplice ripetizione di formule, oppure un arido monologo.  Il Signore ‘era lontano’…

Una conoscente mi invitò ad andare con lei ad un gruppo di preghiera (a S. Anna non c’era ancora), dopo avermi raccontato in breve quanto la sua vita e i rapporti con i suoi familiari fossero stati davvero RINNOVATI con la grazia che lo Spirito Santo effonde attraverso questa ‘preghiera comunitaria carismatica’.  Dalle parole, e ancor più dagli occhi di questa persona traspariva una gioia indicibile, e fu questo ad attrarmi.

Da quel benedetto giorno ho visto e toccato con mano le meraviglie che il Signore può compiere nella vita”