Home Verbale CPP del 11/05/2015

Verbale CPP del 11/05/2015

Verbale CPP del 11/05/2015

Lunedì 11 maggio 2015 alle ore 21, su convocazione del Parroco, ha luogo il Consiglio Pastorale Parrocchiale per discutere sulla situazione della Casa alpina parrocchiale di Melezet.

Oltre ai membri del Consiglio sono presenti, invitati da don Davide:

  • Luca Di Lullo, delegato del parroco per la gestione della Casa alpina
  • Andrea Bachelet e Francesco (manca cognome) che si sono occupati insieme ad Ernesto Alemanno dell’adeguamento alle norme di sicurezza della casa
  • Fiammetta Spallaci, per la memoria storica della casa, attualmente fra le cuoche e persone che prestano servizio a Melezet

Don Davide evidenzia al Consiglio l’importanza pastorale della Casa, come «perla della nostra parrocchia», luogo privilegiato per la crescita umana e cristiana per ragazzi, giovani, famiglie. Sottolinea però come le spese di gestione della casa siano eccessivamente gravose per il bilancio parrocchiale; chiede dunque al Consiglio di cercare insieme la soluzione migliore per affrontare i problemi economici. Presenta il bilancio dettagliato dei costi della Casa relativo all’anno 2014.

Prende la parola Luca Di Lullo che porta la sua testimonianza di giovane cresciuto e formato grazie alle esperienze vissute a Melezet. Elenca poi i lavori di manutenzione ordinaria urgenti per la casa alpina ed espone lo stato attuale della gestione interna ed esterna della struttura (affitti, utilizzo della parrocchia, entrate e uscite). In allegato la lettera che L. Di Lullo ha indirizzato al Cpp e alla Comunità.

Intervengono poi Francesco e A. Bachelet che espongono i lavori svolti finora per quanto riguarda la messa in sicurezza e quelli ancora da effettuare. In particolare s’impegnano ad ottenere l’agibilità della casa per 50 persone, rispettando tutte le norme di sicurezza necessarie. In allegato la relazione presentata da Francesco.

Interviene, infine, Fiammetta Spallaci che sintetizza la storia della casa e presenta un elenco di lavori di manutenzione e materiali necessari al buon funzionamento della struttura.

CONCLUSIONI

Dopo ampia e approfondita discussione il Consiglio all’unanimità esprime le seguenti considerazioni e orientamenti:

  • Si rinnova il mandato ad E. Alemanno, A. Bachelet e Francesco di occuparsi della sicurezza per arrivare ad ottenere l’agibilità della casa per 50 posti letto.
  • Si rinnova il mandato di gestore della Casa alpina a Luca Di Lullo, insieme ad una Commissione, da lui coordinata, formata per il momento da: Fiammetta Spallaci, Manuela Halepliyan, Dora Di Lullo, Matteo Mercato, Lucia Somma, Iris Gioelli. Stefano Di Lullo collaborerà con la Commissione per quanto concerne i rapporti con l’oratorio.
  • Don Davide come parroco sovrintenderà le due commissioni, sicurezza e gestione, attraverso i suoi referenti.
  • La Commissione gestione si occuperà di organizzare iniziative di autofinanziamento, valorizzare le giornate genitori alla fine di ritiri/campi estivi. Organizzerà giornate/week-end/campi lavoro coinvolgendo persone della parrocchia esperte nei diversi settori dei lavori da effettuare. Provvederà dunque, bilancio permettendo, alla manutenzione ordinaria e agli arredi e materiali necessari.
  • Inoltre, visti i bilanci presentati, il Consiglio valuta la necessità, e dunque delibera, di tenere chiusa la casa nei mesi invernali, ovvero dalla prima settimana di novembre a inizio aprile (o comunque fino a Pasqua qualora cada prima della fine di marzo), eccetto il periodo delle vacanze di Natale (dal 20 dicembre al 7 gennaio circa).
  • Sempre in relazione ai bilanci si delibera che ogni gruppo parrocchiale, che per attività pastorali utilizza la casa, provveda a coprire le spese vive di gestione (che si aggirano intorno agli 80-100 euro al giorno).
  • L’oratorio e i gruppi di catechismo in particolare si impegnano quindi a versare minimo 100 euro al giorno per i ritiri (che vanno consegnati al gestore), mentre esclusivamente per i tre campi estivi di Estate Ragazzi una cifra forfettaria pattuita con don Davide.
  • Le due commissioni, per la sicurezza e per la gestione, aggiorneranno il Consiglio sull’andamento dell’attività fra circa un anno.

Il Consiglio si chiude alle ore 23.

Torino, parrocchia Sant’Anna, 11 maggio 2015

In fede,

Il Segretario
Stefano Di Lullo

Il Parroco
Don Davide Pavanello

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *