Home Lavori in parrocchia

Lavori in parrocchia

Lavori in parrocchia

Chiesa di Sant'AnnaRIPRENDIAMO I LAVORI IN PARROCCHIA, «LA NOSTRA CASA»

Come molti di voi ricordano a febbraio 2012 don Gian Carlo pubblicò un giornalino speciale per presentare alcuni lavori che desiderava compiere con l’intento di abbellire e migliorare la nostra chiesa. Già era cosciente della gravità del proprio stato di salute ma più forte era certamente il suo amore per la nostra parrocchia che sentiva profondamente come casa propria.

Alcuni lavori riguardavano l’abbellimento della chiesa tramite la realizzazione di alcuni mosaici (dei quali uno è riuscito ad inaugurare), altri riguardavano alcune migliorie come il progetto di vele meccaniche per fare ombra in estate, altri ancora riguardavano l’aspetto più propriamente strutturale come il riscaldamento ad irraggiamento in chiesa. Oltre a questi lavori, pubblicamente presentati, don Gian Carlo stava progettando la realizzazione dell’impianto di teleriscaldamento per le strutture parrocchiali in quanto consapevole dell’obsolescenza dell’attuale impianto a gasolio che risulta inefficace per l’usura delle caldaie, poco rispettoso dell’ambiente e antieconomico.

  1. Estinzione dei debiti contratti fino ad ora relativi al sistema di riscaldamento (dicembre 2012): circa € 50.000
  1. Conclusione dell’impianto di riscaldamento ad irraggiamento in chiesa (gennaio 2013): circa € 40.000.
  1. Realizzazione dell’impianto di teleriscaldamento (entro settembre 2013): circa € 350.000.
  •  Controllo, verifica e taglio delle spese non necessarie.
  •  Indebitamento per una cifra pari a € 350.000
  •  Ricorso a offerte straordinarie.
  • Rappresenta un ottimo metodo per lo sfruttamento delle fonti fossili: ottimizza emissioni ed economia per produrre e distribuire energia.
  • La Centrale Termica a servizio del TLR consente di:
  • L’alto rendimento di questi impianti comporta l’applicazione di tariffe che consentono significativi risparmi agli utenti
  • Nessun onere per il controllo della caldaia
  • Nessun adeguamento normativo e periodica sostituzione della caldaia
  • Eliminazione delle canne fumarie
  • Eliminazione dei possibili rischi derivanti dalla presenza della caldaia all’interno dello stabile
  • Direzionalità: consente l’orientamento del fascio radiante verso aree specifiche.
  • Affidabilità: grazie all’impiego di materiali di prima qualità la manutenzione si limita ai soli controlli previsti dalle normative di legge.
  • Silenziosità: garanzia di assenza di rumore in ambiente.
  • Immediatezza: accensione e messa a regime in tempi brevi.
  • Risparmio: risparmi di combustibile nella gestione dell’impianto.
  • Salubrità: nessuna movimentazione d’aria e ambienti puliti.
  • Comfort: temperatura di comfort senza gradiente termico.

Riprendendo i suoi propositi, dopo aver approfondito la situazione strutturale e finanziaria della parrocchia, e sentiti i Consigli parrocchiali, ho ritenuto di impostare un progetto di lavori strutturali articolato nei seguenti passi:

Intendiamo affrontare tali spese attraverso 3 interventi:

Credo che una tale opera debba essere letta come un investimento a lungo termine per il bene della nostra Parrocchia e vada vissuta nella preghiera davanti al Signore. Ci apprestiamo a vivere un’occasione di grazia in quanto siamo stimolati a crescere nella fede nella Divina Provvidenza e nella partecipazione alla nostra Parrocchia come nostra famiglia.

Vi chiedo gentilmente di portare questo progetto nel cuore e nella preghiera, di apprezzarlo come sanno fare dei buoni padri e madri di famiglia che ben sanno come alcuni lavori siano inderogabili per il bene di tutti anche se economicamente gravosi.

Vi invito, infine, a contribuire alla realizzazione dell’opera con preghiere, buone parole e donazioni. Chi desidera può contribuire tramite la raccolta delle offerte nelle S.Messe domenicali, tramite offerte al Parroco, tramite buste dedicate presenti in chiesa o tramite il conto corrente della Parrocchia.

Parrocchia Sant’Anna

IBAN: IT 44 H 02008 01112 000003792661


IL TELERISCALDAMENTO: COS’È?

Il teleriscaldamento è un moderno sistema di distribuzione del calore attraverso un nuovo vettore: l’acqua. Il calore parte dalle centrali di produzione sottoforma di acqua calda o surriscaldata e, attraverso le reti interrate, viene trasmesso agli edifici allacciati.

Vantaggi del sistema

§ Produrre energia con alti rendimenti

§ Controllare e depurare le emissioni di un solo camino invece che di centinaia di camini riducendo l’inquinamento generale.

Vantaggi per la parrocchia

Attualmente l’impianto a gasolio è in una situazione critica. Una sola caldaia delle due esistenti è in funzione e necessita di essere sostituita a breve termine. Tale sistema genera una spesa annua di circa € 40.000 di gasolio e € 15.000 di manutenzione. Inoltre la palese insufficienza di questo sistema ha portato, negli anni passati, ad aggiungere decine di caldaie murarie che necessitano di costante alimentazione, cura e manutenzione generando una spesa fuori controllo per circa altri € 30.000.

Riteniamo che il teleriscadamento per la nostra parrocchia possa rappresentare una scelta di tutela ambientale, un’occasione di razionalizzazione del nostro sistema di riscaldamento per evitare sprechi e spese inutili e un risparmio notevole a livello di manutenzione degli impianti, senza considerare la necessità di sostituire le caldaie esistenti per rispettare la normativa vigente.  Tale realizzazione è ormai non più prorogabile.

RISCALDAMENTO A DIFFUSORI RADIANTI

L’installazione di diffusori radianti lungo il perimetro della nostra chiesa, oltre a rendere più confortevole la presenza ai fedeli, favorisce un risparmio sulla spesa del gasolio dando la possibilità di spegnare per alcuni giorni della settimana, il riscaldamento a pavimento che, attualmente, rimane al massimo da metà ottobre ad aprile.

Il sistema ad irraggiamento è costituito da diffusori radianti autonomi ad incandescenza ad alto rendimento, progettati e realizzati secondo i più moderni e razionali sistemi di lavorazione: leggeri, compatti, di limitato ingombro, sono orientabili per ottenere una diffusione omogenea del calore in precise zone. L’impianto sarà composto da 18 diffusori a irraggiamento luminoso di adeguata portata termica che, montati sulle pareti della chiesa, saranno in grado di coprire, ad eccezione di una piccola superficie centrale davanti alla balaustra, l’intera superficie calpestabile destinata alla presenza dei fedeli.

In funzione dell’altezza e dell’inclinazione di montaggio, ciascun diffusore è in grado di coprire superfici come da schema indicato.

I vantaggi consistono:

La realizzazione dell’impianto comportava, all’atto della stipula, un costo complessivo di circa € 63.000, dei quali già versati € 30.000 da don Gian Carlo. Oggi essendo sopravvenute nuove problematiche tecniche si ritiene che la spesa sia leggermente aumentata e che per completarla totalmente siano necessari circa € 40.000.

don Davide, parroco

dicembre 2012

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *